Salute in viaggio
ghiacciai e nevai

Ghiacciai e nevai: i consigli per un viaggio sicuro a temperature basse

 

Iniziamo col dire che visitare un ghiacciaio o un nevaio non è necessariamente un’impresa impossibile.

Esistono località e percorsi destinati soltanto agli alpinisti più esperti e preparati, ma ci sono località all’insegna del gelo apprezzabili  anche dai principianti.

L’importante è essere dotati del giusto mix di allenamento ed accortezza.

Questo articolo è dedicato a tutti gliappassionati di escursionismo ad alta quota e che desiderano visitare ghiacciai e nevai: i consigli per un viaggio sicuro a temperature basse.

L’attrezzatura giusta per scoprire ghiacciai e nevai

La nostra breve guida non può che partire dall’attrezzatura, che è semplicemente fondamentale se si sceglie di affrontare escursioni di questo tipo.

Per camminare su ghiacciai e nevai servono assolutamente ramponi da alpinismo ed imbracatura regolata alla perfezione.

Stiamo parlando di attrezzatura base, più che nota agli alpinisti, a cui andrebbero aggiunte quanto meno uno zaino all’altezza ed una piccozza.

Sconsigliamo fortemente l’uso di quest’ultima a tutti coloro che non sanno utilizzarla correttamente: perderebbero una mano e non saprebbero cosa fare in caso di caduta o scivolamento.

Ghiacciai e nevai: l’abbigliamento da scegliere

Il discorso attrezzatura è strettamente legato a quello relativo all’abbigliamento.

Visitare località a temperature basse significa infatti vestirsi all’altezza della situazione, scegliendo scarponi da alta montagna ramponabili, pantaloni impermeabili e guanti.

A ciò si aggiungono i diversi strati necessari per coprire adeguatamente la parte superiore del corpo. Cappellino che protegga la testa, occhiali da sole contro i raggi UV, caschetto da montagna per sicurezza.

Veniamo ora all’escursione in sé. La visita di un ghiacciaio o un nevaio non corrisponde necessariamente ad un’arrampicata: diversi itinerari prevedono cammino in piano pendenze poco proibitive.

Detto ciò non possiamo nemmeno avvicinare questo tipo di camminata a quella che faremmo su un qualunque terreno in pianura.

La superficie nevosa nasconde decine di insidie invisibili e la più banale delle cadute potrebbe portare ad esiti piuttosto gravi. Per questo è fondamentale rispettare alcune norme per potersi muovere in sicurezza.

Sicurezza e attenzione su ghiacciai e nevai

È importante conoscere i rudimenti del cramponage: una tecnica che prevede l’utilizzo di ramponi e piccozza, che non può essere improvvisata.

Diventa fondamentale conoscere nel dettaglio l’ambiente che ci circonda, o affidarci a qualcuno della cordata dotato di questo know-how.

Proprio il muoversi in cordata è utile affinché ci siano sempre dei compagni pronti ad intervenire nel caso in cui qualcuno abbia  bisogno di soccorso.

Muoversi in cordata significa conoscere la tecnica di progressione, senza la quale il procedere diventa paradossalmente più pericoloso che sicuro.

Redazione

Redazione